0 0
Risotto di farro con funghi selvatici

Risotto di farro con funghi selvatici

Un’idea “sgrammaticata”:
usare il farro al posto del riso, ma funziona ed è deliziosa!

  • 12 Visualizza
  • 50
  • Porzioni 4
  • Semplice

Condividi sui social

Oppure copia e condividi l'url

Ingredienti

Calcola Porzioni:
4 Scalogni
q.b. Olio extravergine d'oliva
2 spicchi Aglio
una manciata Timo
200 gr Farro perlato
150 gr Funghi selvatici
70 gr Pancetta a cubetti
200 ml Vino bianco secco
1 litro Brodo di pollo o vegetale
25 gr Burro
una manciata Prezzemolo
un pezzetto Parmigiano
1 Limone tagliato a metà
q.b. Sale
Risotto di farro con funghi selvatici

Risotto di farro con funghi selvatici

Un’idea “sgrammaticata”:
usare il farro al posto del riso, ma funziona ed è deliziosa!

Ingredienti

La ricetta

Condividi

Il farro è molto più facile da cucinare rispetto al riso e non si rischia di rovinare il risotto cuocendolo troppo

Il farro è un’ottima alternativa da usare per il risotto,  specialmente se volete un feeling più robusto e autunnale. Mia nonna faceva un timballo al forno usando il farro o l’orzo, che ha un aroma simile, e quindi sono cresciuto amando molto sia il sapore che la consistenza di questi cereali. È piacevole tornare a utilizzarli dopo tanto tempo. Il farro è un cereale antico, simile al grano, e ha un sapore un po’ di noce. Non assorbe quanto il riso, e quindi raddoppierà di volume ma resterà piuttosto consistente, perciò converrà mantenere sempre un po’ di liquido in pentola, per evitare che si secchi troppo. È molto più facile da cucinare rispetto al risotto di riso, e se per caso lo cuocete un po’ troppo non si rovinerà, quindi è un’ottima opzione se avete gli ospiti da intrattenere, perché non dovrete curarlo troppo. Il farro ha bisogno di sapori forti ad accompagnarlo, e mai troppo delicati. Per questo, nella ricetta utilizzo i funghi selvatici, ma potreste utilizzare anche della zucca al forno, oppure verdure dal sapore forte come il cavolo nero. Il risotto di farro richiede il doppio del tempo di cottura rispetto alla sua controparte con il riso, ma se volete ridurre i tempi, potete prima scottare il farro in acqua bollente, per cuocerlo parzialmente in anticipo. Se però lo  cuocerete completamente nella procedura del risotto, il colore finale sarà migliore.
Vi servirà del farro perlato per questa ricetta, cioè quello in cui l’involucro esterno del cereale è stato eliminato, così che i chicchi assorbano più facilmente il liquido. Meglio ancora se lo prendete biologico: si trova ormai in tutti i negozi specializzati in cibi naturali.

(Visited 12 times, 1 visits today)
Step 1
Segna come Completa

Fate a fettine gli scalogni invece di tritarli: il farro è un cereale robusto che ha bisogno di verdure in pezzi ad accompagnarlo. Scaldate dell’olio in una casseruola e aggiungete gli scalogni e l’aglio, soffriggendo a fuoco basso e mescolando di tanto in tanto, finché non prenderanno un po’ di colore

Aggiungete il timo e mescolate. Al contrario di un normale risotto, non dovrete lasciare che lo scalogno resti trasparente. Salate leggermente e aggiungete il farro, continuando a muovere la pentola per non farlo attaccare. Ora unite i funghi e lasciateli colorare un po’.

Step 2
Segna come Completa

Poi aggiungete la pancetta e soffriggetela finché non sarà ben dorata. Dovrete cuocere bene tutto quanto, soprattutto il farro, in modo che si apra e assorba il brodo.

Aggiungete il vino rosso e fatelo evaporare. A quel punto, abbassate la fiamma e aggiungete un mestolo di brodo. Lasciate che il farro lo assorba prima di aggiungerne altro, o ci sarà troppo liquido e il farro si ammorbidirà troppo.

Step 3
Segna come Completa

Aggiungerlo poco alla volta manterrà il cereale consistente e concentrerà il sapore del piatto.
Togliete il risotto dal brodo una volta che il farro sarà al dente e immerso in una salsa cremosa. Ci vorranno circa 40-45 minuti. Unite il burro e mescolate velocemente, aggiungendo una parte del prezzemolo e del parmigiano grattugiato

Unite un po’ di succo di limone, versate il risotto nei piatti e guarnite con il restante prezzemolo e con scaglie di parmigiano.

Recensione ricetta

Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta. Usa il form sottostante per scrivere la tua recensione
precedente
Ravioli aperti di sedano rapa con formaggio di capra
successivo
Filetto di manzo pepato con purea d’aglio al profumo di funghi selvatici

Salva questa ricetta

You need to login or register to bookmark/favorite this content.

precedente
Ravioli aperti di sedano rapa con formaggio di capra
successivo
Filetto di manzo pepato con purea d’aglio al profumo di funghi selvatici

Aggiungi un commento