Gnudi di spinaci e ricotta di soia

Gnudi di spinaci e ricotta di soia

Caratteristiche:
  • Gluten Free
  • Senza Latte
  • Vegana
  • Vegetariana
Cucina:
  • Media
  • 40 minuti
  • Porzioni 10

Condividi sui social

Oppure copia e condividi l'url

Ingredienti

Quanti siete a pranzo?
250 gr Spinaci
1 l Bevanda di soia non dolcificato
50 ml Succo di limone
1 cucchiaio Farina di riso
1 cucchiaio Granella di mandorle
1 cucchiaio Lievito alimentare in scaglie
q.b. Olio evo
1 spicchio Aglio
un pizzico Noce moscata
q.b. Sale
q.b. Pepe
q.b. Pesto di basilico
Gnudi di spinaci e ricotta di soia

Gnudi di spinaci e ricotta di soia

Caratteristiche:
  • Gluten Free
  • Senza Latte
  • Vegana
  • Vegetariana
Cucina:

Ingredienti

La ricetta

Condividi

Gli Gnudi di ricotta e spinaci sono un piatto delizioso e semplice, con ingredienti sani e nutrienti che soddisferanno i gusti di tutti! Grazie a Valentina Ferri per questa ricetta!

Step 1
Segna come Completa

Preparate con un giorno di anticipo la ricotta di soia. Fate bollire 1 litro di bevanda di soia. Quando bolle togliete dal fuoco e aggiungete 50 ml di succo di limone. Coprite la pentola con un coperchio e lasciate riposare per 15 minuti. Il latte caglierà e si cominceranno a creare i fiocchi. Filtrate poi con un telo di cotone a trama abbastanza fitta su un colapasta rigirando delicatamente. Dopo circa mezz'ora, trasferitela in una fuscella e tenetela in frigorifero a finire di colare per qualche ora.

Step 2
Segna come Completa

Tritate finemente gli spinaci freschi. In una pentola antiaderente scaldate l'olio con l'aglio e aggiungete gli spinaci. Fate cuocere e lasciate evaporare l'acqua che si formerà durante.

Step 3
Segna come Completa

In una ciotola unite la ricotta, la farina di riso, sale, pepe, noce moscata, 1 cucchiaio di lievito alimentare, le mandorle tritate e gli spinaci lasciati raffreddare. Lasciate riposare 30 minuti in frigorifero perchè il composto si solidifichi abbastanza per ricavarne delle palline rotonde.

Step 4
Segna come Completa

Nel frattempo mettete a bollire l'acqua salata per la cottura e preparate il condimento. Qui ho scelto un pesto di basilico.

Step 5
Segna come Completa

Create con le mani delle palline di circa 3 cm di diametro e rotolatele delicatamente su un piatto cosparso di farina di riso.

Step 6
Segna come Completa

Versate una pallina alla volta con estrema delicatezza nella pentola di acqua bollente, abbassando un po' la fiamma. Scolate con una schiumarola e deponete delicatamente su un piatto da portata. Condite senza rigirarli. Buon appetito!

ZucchinaRepublic

Mi chiamo Valentina e vivo in una piccola corte alle porte di Milano. Sono una restauratrice di libri, cucino per diletto e per passione. Sono vegetariana da vent’anni e vegana da quattro. E’ stato l’inizio di un viaggio di esplorazione e consapevolezza, cominciato per ragioni etiche e proseguito con la certezza che un’alimentazione rispettosa degli animali e dell’ambiente è possibile e nello stesso tempo salutare, sostenibile ed ugualmente gustosa. Ho frequentato e sto ancora frequentando corsi professionalizzanti, sono diplomata Ayurveda Food Trainer e ho da poco terminato il percorso di formazione presso la scuola di cucina vegana Il 6° sapore Perlopiù leggo ricette, provo, trasformo, reinvento e qualche volta butto in spazzatura (!) Nel tempo ho eliminato sempre più i prodotti vegani confezionati della grande distribuzione preferendo l’autoproduzione. E sì, serve del tempo da dedicarvi, tempo che come ogni lavoratore mi ritaglio a fatica ma con infinito piacere. Scoprire che esistono vaporiere, essiccatori, spiralizzatori è divertente e rende il quotidiano “fardello” un gioco, molto serio, nel quale tempo ed energie sono ben spesi. Questo blog è il mio ricettario, ancora in gran parte da costruire, giorno per giorno.

Commenti via Facebook

Recensione ricetta

Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta. Usa il form sottostante per scrivere la tua recensione
precedente
Carciofi croccanti al pecorino
successivo
Pasta asparagi e gorgonzola

Salva questa ricetta

You need to login or register to bookmark/favorite this content.

precedente
Carciofi croccanti al pecorino
successivo
Pasta asparagi e gorgonzola